Caricamento Eventi

Calcedonio

di Manlio Santanelli - regia di Orlando Cinque

RIDOTTO DEL MERCADANTE 17 gennaio 2017   22 gennaio 2017
Ridotto del Mercadante, 17 Gennaio ore 21.00 e
Ridotto del Mercadante, 18 Gennaio ore 21.00 e
Ridotto del Mercadante, 19 Gennaio ore 18.00 e
Ridotto del Mercadante, 20 Gennaio ore 21.00 e
Ridotto del Mercadante, 21 Gennaio ore 19.00 e
Ridotto del Mercadante, 22 Gennaio ore 18.00 e

Evento Navigation

17-01-2017 ore 21.00
18-01-2017 ore 21.00
19-01-2017 ore 18.00
20-01-2017 ore 21.00
21-01-2017 ore 19.00
22-01-2017 ore 18.00

CALCEDONIO
di Manlio Santanelli – regia Orlando Cinque
con Federica Aiello, Orlando Cinque, Angelo Laurino
scene Laura Simonet
costumi Alessandra Gaudioso
luci Cesare Accetta
musiche originali Luisa Boffa

aiuto regia Anna Chiara Senatore
assistente alla regia Arturo Muselli
direttore di scena e macchinista Nicola Grimaudo
elettricista Carmine Pierri
foto di scena Marco Ghidelli
scene a cura della Cattedra di Scenografia – prof. Luigi Ferrigno dell’Accademia di Belle Arti Napoli
produzione Teatro Stabile di Napoli

Orlando Cinque interpreta e firma la regia di Calcedonio, testo del 1989 di Manlio Santanelli. “Una coppia non più giovane, marito e moglie, invita a cena un vecchio amico”, racconta Cinque in una sua nota. “Quando gli argomenti cominciano a scarseggiare, e si avvicina il momento dei saluti, il discorso finisce, in modo apparentemente casuale, su Calcedonio, enigmatico compagno di liceo dei tre di cui si son perse le tracce. Il successivo tentativo di ricostruirne l’età e la biografia darà il via ad un rocambolesco e divertentissimo gioco

Orlando Cinque interpreta e firma la regia di Calcedonio, testo del 1989 di Manlio Santanelli.
“Una coppia non più giovane, marito e moglie, invita a cena un vecchio amico”, racconta Cinque in una sua nota. “Quando gli argomenti cominciano a scarseggiare, e si avvicina il momento dei saluti, il discorso finisce, in modo apparentemente casuale, su Calcedonio, enigmatico compagno di liceo dei tre di cui si son perse le tracce. Il successivo tentativo di ricostruirne l’età e la biografia darà il via ad un rocambolesco e divertentissimo gioco di calcoli, deduzioni e supposizioni, che, saccheggiando la Storia ufficiale, tenta di restituire un senso alla storie private dei tre amici. Calcedonio è un thriller esistenziale, immerso in una disperata ironia, in cui però “l’assassino” è già noto, non viene mai nominato, quasi rimosso; ma ciò che si cerca di scoprire è invece chi sia la “vittima”: cosa è andato perduto per sempre, quali sono le promesse non mantenute che rendono invivibile il presente, a cosa o chi si deve dire addio e cosa invece si può ancora salvare, cosa possiamo perdonare, cosa dobbiamo riconoscere perché si possa prendere serenamente congedo dal passato ed aprire una pagina nuova nella propria vita e nel proprio tempo”.